CIS 2021 - il Presidente da' i numeri

Scritto da Mario Iacomussi.

logo libero torneificio borgo2Se uno dei nostri affezionati lettori, dotato dell'ubiquità necessaria, avesse assistito alle partite del CIS 2021 di serie B,C o Promozione, in via Goito piuttosto che via Bena, avrebbe potuto imbattersi per 120 volte nei giocatori in forza a LTB, distribuiti in 6 teams equamente suddivisi tra le 3 serie: un numero che ci avvicina alla centenaria SST.

Nelle variegate formazioni del Circolo hanno militato 37 scacchisti su 47 tesserati, pari al 78% del totale: un'impressionante prova della vocazione agonistica di LTB che è stata ripagata generalmente da buone prestazioni, una meritata promozione in serie B degli Special, una mancata ascesa dei Beginners verso la C per un mero vizio formale, a fronte di una sfortunata retrocessione dalla B dei Magic.

Dal punto di vista individuale, merita elogi l'abnegazione di tutti gli agonisti, esordienti o veterani, che hanno assicurato un'assidua presenza alle scacchiere secondo le rotazioni previste dei responsabili delle squadre De BarberisBiancotti e Iacomussi, in specie quelli che giungevano da più distante come il gruppo di Cuorgnè,di Caselle e il pinerolese Adda. Un particolare encomio va inoltre ad Angelo Coha, capace di sacrificarsi per il Circolo in una posizione di squadra assai scomoda ed "esagerata". Da segnalare inoltre l'entusiasmo dei nuovi tesserati e il contributo dei giocatori provenienti da federazioni straniere, fino alla lontana Argentina dell'ottimo Pacheco. Unica a resistere allo stalkeraggio presidenziale, ma è naturalmente perdonata, la fondatrice di Homo ludens,che attendiamo nel 2022.

A concludere idealmente il tour de force sulla scacchiera, domenica 10 ottobre in 22 - anche a tavola il Circolo è assai compatto - le squadre hanno partecipato alla Cena Sociale in via Bena: i giocatori, alcuni con mogli e figli, hanno brindato alle future imprese di LTB

CIS 2021 - Serie C risultati finali

Scritto da Alessandro Biancotti.

LTB CIS2021Da sinistra: Pietro Buffa, capitan Biancotti, Pierre Blanc e Marco Mina
mancano Andrea Barolo e Ionut Pohoata che hanno contribuito in maniera impeccabile alla Vittoria 

CIS SERIE C1 – Wonder President aveva ragione, si resta in serie C

La squadra storica del presidente Mario Iacomussi si ritrova in serie C per un complesso gioco di ritiri, ma dimostra subito di poter vendere cara la pelle, alternando sette giocatori di discreto livello, già collaudati nei vari anni di stretta collaborazione.
Vari personaggi in cerca d’autore: il rientrante Pierfrancesco Tallarico, alieno a tutto il resto del mondo che lo circondava, compresi i risultati del compagni di squadra; l’alfiere Cutelli, alla fine risultato il migliore dei suoi, esperto nello stordimento a chiacchiere degli avversari; il mite Loccisano, timido putroppo anche nel gioco; l’assessore di Usseglio Bertino, diviso tra la scacchiera e la politica. Completavano la rosa il nuovo acquisto da Pinerolo Roberto Adda e Riccardo Tessarini di Cuorgnè, con Wainer Zanella special guest, ma solo per la partita di sabato pomeriggio.
La competizione inizia subito in salita per i nostri colori, sconfitti dalla vincitrice Cuneo (3-1). Non bastava la vittoria del nostro alfiere, Tallarico, Loccisano e Tessarini cadevano sotto i colpi dei giovani della squadra di Gallitto.
In quel momento i nostri capivano che per ottenere il risultato della salvezza occorreva vendere cara la pelle, e onoravano il campionato con le loro ben note caratteristiche.
Con la SST Gialla una vittoria per 3-1 (patte nelle prime due scacchiere di Tallarico e Cutelli, vittorie d Bertino e Adda) mettevano in chiaro la nostra competitività, ed il pareggio nel pomeriggio con Vercelli già faceva presagire un finale positivo per i nostri colori. Andavano a punti stavolta Cutelli vincendo e Tessarini e Adda pattando.
Il riposo mattutino e la sconfitta pesante con la SST Verde non scalfivano le certezza già accumulate: si resta in serie C, l’anno prossimo si riparte di qua.

::: Risultati e Classifica finale ::: 

CIS SERIE C2 – Un grande Capitano guida la squadra alla vittoria

La squadra LTB Special, affidata alle cure del capitano Biancotti, è stata senz’altro l’ultima compagine assemblata, sfruttando la deroga concessa dalla Commissione CIS per lo svolgimento del Campionato a squadre dall’8 al 10 ottobre.
Come sorpresa, del tutto inaspettata, piovevano Pietro Buffa e Marco Mina, giovani CM in passato tesserati con la Scacchistica Torinese, che conquistavano subito gli addetti ai lavori, che non avevano dubbio nell’assegnare loro le prime due scacchiere. A completare la rosa, persi per varie emergenze i sempre validi Angelo Coha e Mauro Riccardi, rimanevano Andrea Barolo, Pierre Blanc e Ionut Pohoata.
E si partiva con lo scomodo ruolo di squadra favorita, testimoniata dal rating medio più alto del girone, che subito si confermava con Nichelino, distrutta 3-1, con Pietro e Marco che aprivano le danze in rapida successione. Dopo il pareggio del capitano, che in posizione vinta subiva uno scacco perpetuo dall’avversario, si accodava anche Barolo, che con il bianco non riusciva a scalfire la coriacea difesa di G.M. Parisi.
Nella seconda partita, gli avversari erano gli amici del PBT, che ci regalavano un 4-0 ricco di significati, nel conteggio dei punti squadra. Dapprima Mina sfruttava uno svarione di Cavallero, subito dopo Buffa concretizzava il suo pezzo in più. Biancotti guidava la partita con Eandi dall’inizio alla fine e Barolo prevaleva su Rossero in un finale con un solo pedone extra.
Nel pomeriggio di sabato, con Asti Junior, iniziava la rotazione, con riposo di Buffa, che portava all’esordio di Blanc e Pohoata. Proprio il giocatore rumeno si confermava come certezza, prevalendo in un finale non semplice e spianando la strada per le vittorie nette di Biancotti e Mina, mentre una lunga partita ricca di svarioni portava a fissare il definitivo risultato sul 3-1 per noi.
Come una doccia fredda arrivava la frittata di domenica mattina, che ci vedeva sconfitti 1-3 da Ciriè Azzurra, per una somma di eventi che faceva temere di non farcela a centrare l’obiettivo.
Pohoata come sempre ci portava in vantaggio, ma qualche pasticcio di Biancotti e Buffa ribaltavano dolorosamente il risultato. Barolo perdeva quello che sembrava un finale vinto, mentre risparmiavamo Mina, in preparazione per lo scontro diretto del pomeriggio con Ciriè Bianca, che valeva il campionato.
E così ci si ritrovava con mille pensieri all’ora di pranzo, nella vicina pizzeria, con il capitano, Buffa e l’arbitro Bergero. Nel frattempo arrivava anche Mina e, tra mille discorsi, arrivava l’ora di lasciare il tavolo per ripartire con l’ultimo giro.
Per rinforzare lo spirito di squadra, il prode capitano ordinava due birre per i suoi ragazzi, chiedendo in cambio punti sonanti, ma anche avvertendo su di sé la responsabilità di dover riscattare l’incredibile passo falso appena compiuto.
Per il gioco delle combinazioni tra i vari risultati, bastava vincere, anche con il minimo scarto e portare la targa premio sugli scaffali della sede, la Bocciofila La Verdolina.
E allora proprio lui si assumeva l’onere e l’onore di portare a casa il primo punto, che tranquillizzava la squadra e la spronava verso un grande successo.
Con una partita intelligente e determinata Pietro “bulliva” il suo avversario, mentre purtroppo la sconfitta di Marco rimetteva in gioco il risultato. Ma Pierre conservava la freddezza e la determinazione che gli sono congeniali per mantenere la patta senza rischiare nulla e siglare il definitivo 2.5-1.5.
Dopo le foto di rito, la targa partiva immediatamente per il circolo, in cui era programmata una cena sociale, già ribattezzata “la cena della vittoria”. Per tutta la serata il premio faceva bella mostra su un tavolino, per poi essere consegnato alla storia delle bacheche.

Per quanto riguarda i risultati individuali, primo posto assoluto e significativa variazione di rating per Biancotti con 3.5, poi 3 punti per Buffa e Mina, anch’essi in positivo, mentre Pohoata conferma il trend per l’acquisizione dell’Elo FIDE a livelli di 1 Nazionale.

Meno positivi nell’andamento del sistema statistico utilizzato dalla FIDE, ma determinanti per il risultato finale, Barolo e Blanc.

Al termine delle ostilità, il pensiero di tutti va già al prossimo CIS, con mille ipotesi sulla formazione che disputerà la prossima serie B…ma per un attimo, come si diceva una volta, fermiamo le rotative…

Nunc est bibendum.

::: Risultati e Classifica finale ::: 

CIS 2021 - Serie C al via

Scritto da Webmaster.

cis 2016 banneroneCi prepariamo all’ultimo weekend del CIS 2021, che si disputerà ancora alla Scacchistica Torinese, dall’8 al 10 ottobre, in cui saranno protagoniste le nostre squadre di serie C.
Nel girone A schieriamo LTB Wonder Team, la squadra capitanata dal presidente Iacomussi, che giocherà con Cuneo, SST Gialla e Verde e Vercelli. Si è infatti ritirata all’ultimo momento la squadra di Asti, causa problemi legati al COVID, che ne ha decimato la formazione.
Obiettivo è non retrocedere, Mario si affida per questo all’usato sicuro: Tallarico, Cutelli, Loccisano, Bertino, Tessarini, Adda e Zanella. Basta non arrivare ultimi.
Nel girone B invece fa il suo esordio la neonata LTB Special di Biancotti, che conta su giovani di sicuro interesse, come Mina e Buffa, ma anche su Barolo, Blanc, il capitano e l’esordiente Pohoata, ai primi tornei per dimostrare il suo valore anche a tempo lungo. Ne contrasteranno la strada Nichelino, PBT, Asti Junior, Ciriè Azzurra e Ciriè Bianca. Puntiamo molto su di loro.

::: Risultati e classifica - CIS 2021 - Serie C1 :::

::: Risultati e classifica - CIS 2021 - Serie C2 :::

Dove siamo...

c/o la  Bocciofila "La Verdolina"
in Via Battista Bena, 10/A a Torino.

Nostri riferimenti

cell: 339-7703130 (Mario)
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fondato nel 2013 e Affiliato alla Federazione Scacchistica Italiana
ID FSI n. 12067
C.F. 97761690011

Orari d'apertura

Mercoledì: 20:30-24 e
Durante gli Eventi in Calendario

Premium Downlaod Templatesby bigtheme.org

Дървен материал от emsien3.com

Online bookmaker Romenia bet365

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de